mercoledì 23 maggio 2012

Mettiamo ordine

Con la prova del 13 maggio a Livorno si è conclusa la prima estenuante fase del Memorial Rota 2012.

Oltre 240 partenti per la prova organizzata dal GC AAMPS 2009, numeri importanti per una manifestazione ottimamente organizzata e giustamente ricompensata.

Percorso molto bello per i primi 35-40 km, poi volenti o nolenti sempre dai soliti posti si deve passare quindi un occhio in meno sui panorami ed uno in più sulla strada.

Una sfortunata caduta della nostra compagna ed amica Alessandra Toni ha interrotto bruscamente il nostro incedere sul litorale livornese, ma una volta appurato che le condizioni di "Sandra" non erano preoccupanti ci siamo immersi nel silenzio della prima salita, il Nibbiaia dal vaiolo.
Una volta superata la difficoltà, fortunatamente edulcorata dai panorami che ci regalava verso il mare, bel tratto in quota per poi ridiscendere dolcemente verso Castelnuovo misericordia e Rosignano, prima di andare a beccarsi "ciaffate" di vento sulla poggiberna verso Pomaia.
Piccola parentesi per esaltare i riflessi di uno scoiattolo distratto, che correndo sulla strada si infila tra le ruote di un mio compagno di squadra ma riesce a togliersi appena in tempo per non essere falciato. Occhi aperti roditori!

Dopo Pomaia ed il suo tempio buddista, il mio tratto preferito: i saliscendi fino ad Orciano.
Mi sono divertito, pur essendo in fase di gregariato, a seguire i vari gruppetti che ci superavano in discesa per poi metterli in riga sugli strappetti seguenti. Diciamo che la gamba vuole dire la sua, mancano ancora un pò di km in saccoccia però!

Parte finale sulla 206 per poi affrontare il dente di Parrana San Martino (senza controllo...!) e poi ritornare all'arrivo per godersi qualche taglio di pizza con le patate!

Adesso 2 appuntamenti "staccati": 10 giugno Cral ASA a Livorno, percorso poco affascinante ma molto "corsaiolo", e 1 luglio per il recupero della prova pisana.
Adesso entra in scena il toscano: il 20 c'è stata Follonica, domenica 27 giro dei due bacini, il 2 giugno la Chianti Classic. Prove molto belle seppur eun pò fuori mano per quasta mia stagione di transizione.
Sarà per l'anno prossimo!

Nessun commento:

Posta un commento