martedì 1 maggio 2012

Oro blu

Certo ci avessero detto 3 mesi fa che avremmo passato un marzo a livelli quasi estivi, probabilmente saremmo scoppiati in qualche fragorosa risata.

E invece.. dopo un terzo mese dell'anno pieno di sole, di uscite in bici e senza cicloturistiche, ecco che ad aprile e precisamente quando comincia ad infittirsi il calendario, l'acqua inizia a cadere copiosa dal cielo.

Ce n'era bisogno, ci mancherebbe, la natura era già con la spia della riserva accesa, però adesso basta!

Il 22 aprile a Pisa doveva prendere il via il circuito toscano di cicloturismo, ma oltre ai 200 ciclisti si è presentato anche un bell'acquazzone che ha impaurito i presenti ed ha consigliato agli organizzatori di non dare il là alla prova. Organizzatori provati anche dalla pioggia dell'anno passato, che aveva fatto partire solo 60 coraggiosi. Quindi decisione più o meno comprensibile.

Invece il 29 aprile a Madonna dell'Acqua sembrava che tutto potesse andare per il meglio: giorni caldi alle spalle, cielo un pò velato ma assenza di vento. E invece no: per chi ha seguito le indicazioni di percorsi medio e lungo, dalla zona del compitese è iniziata a venir giù acqua e non ci sono state interruzioni fino attorno alle 13, quando la maggior parte dei ciclisti era già arrivata al traguardo.

Adesso ci aspettiamo che il 6 maggio a Pappiana ci sia un bel sole, sia per le nostre ossa già ampiamente umide, sia per esaltare il bel percorso in lucchesia che viene proposto dagli organizzatori.

Quindi a domenica, e incrociate le dita!

Nessun commento:

Posta un commento