sabato 16 novembre 2013

Le nostre considerazioni

Quello appena trascorso è stato un semestre davvero molto impegnativo.
Con il lavoro di creazione, organizzazione e rifinitura del circuito "Cieli e Terre Toscane", il nostro ruolo di organizzatori si è arricchito di nuove esperienze.

La regolarizzazione del Trittico del Serra, con un aumento esponenziale dei partecipanti; ed ancora la ricerca di una location per un'avventura che covavamo dentro di noi da almeno un lustro e che ha portato alla realizzazione del Tour de Suisse, manifestazione con pochi partenti ma che potenzialmente è una bomba pronta ad esplodere, per l'altissima qualità di panorami e difficoltà altimetriche che regala.
E ultimo ma non ultimo il nostro vanto, la nostra missione, la nostra ancor breve storia: il Giro delle Cerbaie è la manifestazione che con forza abbiamo voluto portare alla luce. E quest'anno, con un lavoro di promozione e di preparazione davvero notevole, abbiamo ricevuto i primi frutti di tanto lavoro.
E non solo da un punto di vista prettamente numerico: i molti elogi hanno portato la nostra manifestazione ad essere notata dal comitato regionale, che ci ha indicati come papabile prova del campionato regionale 2014.
Un vanto che ci inorgoglisce e ci impone di non adagiarci, bensì di continuare a perseverare sulla strada che abbiamo iniziato a segnare con fatica e sudore e qualche contrattempo.
La Gamballaria è stata il primo assaggio di quel che "patirete" l'anno venturo. Il Montalbano è una catena collinare di assoluto interesse ciclistico: San Baronto è una mecca delle bici e dei ciclisti, il santo omonimo è patrono di tutti i pedalatori toscani. Inoltre le strade che percorrerete ed i panorami verso la lucchesia, i monti pisani, Firenze e la piana di Pistoia vi risulteranno estremamente gradevoli.
E, senza nulla togliere al piacere del pedalare, probabilmente (anzi, anticipiamo certamente!) la prossima edizione sarà la più impegnativa per dislivello superato!

Ci saranno novità anche sul fronte "Cieli e Terre Toscane": avremo una new entry, una potenziale quinta prova (promettiamo che non andremo oltre, vogliamo essere interessanti ma di certo non pesanti!), che a breve sveleremo con un'intervista all'organizzatore.
Una prova "di qualità" per location e percorsi, per emozioni e ricordi. A breve saprete, nel frattempo... buona preparazione invernale!

martedì 29 ottobre 2013

Lavoro completato!

Con l'aggiunta delle ultime foto (adesso il pacchetto è completo!) e dell'ultimo video relativo alla Gamballaria, ce ne andiamo in letargo.

Non aspettatevi però grandi dormite, stiamo già lavorando all'edizione 2014!

:)

lunedì 21 ottobre 2013

Arrivederci al 2014!

Con la gioia nel cuore e l'acido lattico nei muscoli (si, stiamo parlando di voi!) avete lasciato le ultime gocce di sudore sulle strade della Gamballaria.

Grazie a tutti.
P.S.
Giusto per ricapitolare:
le classifiche finali sono aggiornate, grande vittoria dell'ASD Paperino con oltre 100mila metri di dislivello superati!
Seconda Madonna dell'Acqua, terzo il Forum racing Team (la provincia di Pisa si accontenta delle piazze d'onore), quarta ARCA 2011 e quinta Cicli GM (la provincia di Pistoia è una nuova realtà che può diventare importante in futuro).

Onore ai 19 uomini ed alle 2 donne che hanno conquistato la medaglia del trofeo "Over 7000", chissà che l'anno prossimo non diventiamo il quindicesimo "ottomila" ;)

sabato 19 ottobre 2013

COMUNICAZIONE su La Gamballaria

COMUNICAZIONE UFFICIALE

Dopo la riunione tecnica di stamani, e sfidando le probabilità di pioggia della tarda mattinata e del pomeriggio di domani, abbiamo deciso di CONFERMARE il percorso della Gamballaria 2013.
Ci teniamo la possibilità di modificare ed accorciare il percorso se il maltempo dovesse arrivare prima delle ore 10, altrimenti il percorso resterà invariato.

Ci teniamo a precisare ch...e le discese hanno un fondo stradale perfetto, e la lunghezza ridotta del percorso (poco più di 70 km) garanisce rischi minimi.
L'unica incertezza riguarda il "piatto forte", che in caso di pioggia sarebbe difficilmente praticabile per l'etrema pendenza e per la presenza di castagni che sporcherebbero irrimediabilmente il fondo stradale.

Quindi... a domani mattina!
E non dimenticate del pranzo alla sagra dell'arrosticino con le premiazioni finali del circuito!

lunedì 14 ottobre 2013

Premiazioni finali "Cieli e Terre Toscane 2013"

Avviso importante!

Onde evitare di dilungare la faccenda arrivando a novembre, le premiazioni finali del circuito "Cieli e Terre Toscane" si terranno a margine de "La Gamballaria"!
Per i ciclisti la premiazione avverrà durante il pranzo (se presenti), al termine del loro percorso se invece non resteranno a pranzo alla sagra dell'arrosticino.
Per la classifica a squadre invece è gradito che almeno un esponente di ogni società rimanga a pranzo per ritirare il premio davanti a tutti i presenti.

Con l'occasione invitiamo di nuovo a consultare le classifiche nella pagina apposita, ed a dare conferma o meno della presenza!

PS: per le società già gravate di uno 0 in classifica, per arrivare in premiazione è necessario partecipare con almeno 3 elementi alla manifestazione! La classifica finale sarà elaborata in mattinata e la troverete disponibile all'arrivo.
Ai singoli che hanno effettuato tutte le 4 prove sarà consegnato un diploma di partecipazione, mentre a chi avrà percorso tutti i lunghi del circuito verrà consegnata una medaglia ricordo.
Diploma di partecipazione "Cinghiale delle Cerbaie" a chi avrà partecipato al percorso lungo del Giro delle Cerbaie ed alla Gamballaria.

Ci vediamo domenica!

lunedì 7 ottobre 2013

venerdì 4 ottobre 2013

Classifiche Finali Memorial Rota 2013

Con la nostra prova si è conclusa la tredicesima edizione del Memorial Luigi Rota.

Un'edizione appassionante, che ha visto una lotta serrata per la vittoria e per il podio, con continui ribaltamenti ed un finale punto a punto che ha più volte costretto al riconteggio delle classifiche.

La vittoria, la prima nella loro pur breve storia, va ad uno strepitosto Pappiana Bike 2010, capace di sovvertire i pronostici con una coesione invidiabile (oltre ad una componente femminile decisiva).
A loro vanno i nostri più sinceri complimenti, per aver onorato al massimo la nostra prova e tutto il calendario.

I grandi sconfitti sono i livornesi del GC Lonzi Metalli - Ra.Ri. Livorno, ex AAmPS, campioni toscani 2010 e 2013 (ancora complimenti per lo splendido traguardo!), e costretti ad arrendersi dopo essersi fatti rimontare nell'ultima e decisiva prova.

Al terzo posto la società che più di ogni altra ha saputo crescere esponenzialmente negli ultimi 12 mesi: MDABike è stata la grande sorprea, ed ha saputo salire sul terzo gradino del podio superando compagini più numerose come Revello Eurotherm Livorno e Polisportiva Omega Fucecchio.
Queste ultime due escono ridimensionate da questa edizione, ma sapranno rifarsi sicuramente nel 2014.
A seguire le posizioni sono occupate da GS REA Rosignano, Pol. Portammare, UOEI Bike Club Pietrasanta, AS La Rotta e Pol. Paperino.

Un'importante dato da analizzare è la partecipazione esterna: se nelle prime edizioni il circuito era un gioco per i soli organizzatori, adesso nelle varie classifiche si notano spesso società esterne. In questo caso 4 delle prime 10 sono società che non organizzano.

Le classifiche di specialità hanno invece dei loro percorsi definiti: il Criterium Mari e Monti, che premia le società più presenti sui percorsi lunghi, è vinta ex-equo da Lonzi e Pappiana, con Revello al terzo posto, Omega al quarto e MDA al quinto.

La classifica dei percorsi medi è conquistata da MDA, su Revello e Omega. A seguire Lonzi e UOEI.
I percorsi corti sono appannaggio del Cral ASA, organizzatori fuori dalla top 10 ma consolati dalla vittoria nella specialità. I battuti sono ancora i Lonzi, poi MDA, Revello e Portammare.

I garibaldini, ovvero i pedalatori con più km sul groppone, sono 24: onore a loro e particolari complimenti ai rappresentanti della Polisportiva Omega che hanno raggiunto il difficile traguardo.
Nicola Perrotta, Alessandro Rofi e Sara Bonsignore; quest'ultima al suo primo anno da "lunghista" ha subito saputo compiere una vera e propria impresa!

I brevettati sul percorso lungo sono in 32: tra di loro i "soliti" Perrotta e Rofi, ancora complimenti!, per la Polisportiva.
I brevettati sul medio sono 9: oltre ai 5 MDA che la fanno da padrone, spiccano i 2 portacolori Omega Giuseppe Chesi (al primo anno da tesserato subito un bel traguardo!) e Giampaolo Moretti (capitano di lungo corso che con l'esperienza conquista il brevetto).
Solo 2 i brevettati sul corto, ma li citiamo per onoreficienza: Renzo Barontini, presidente del Cral ASA, ed Alfio Pellegrin, che tutti riconoscono per essere il video-fotografo" che tutti abbiamo trovato sul percorso ed all'arrivo.

I link alle classifiche li potete trovare sul sito www.memorialrota.com

La premiazione si svolgerà sabato 19 ottobre all'Hotel Granduca **** di San Giuliano Terme, con orari e modi da stabilire.
Assieme al Memorial Rota verranno premiati il Campionato Toscano di Cicloturismo, il Circuito Toscano di Cicloturismo ed il campionato provinciale Pisano di cicloturismo.

Vi aspettiamo numerosi!

venerdì 27 settembre 2013

Foto!

Disponibile nell'apposita pagina in alto la prima tranche di foto dell'edizione 2013!
Godetevele!

mercoledì 25 settembre 2013

Cieli e Terre Toscane - Classifiche aggiornate!

Siamo ad ormai una sola prova dal termine (la meno impegnativa) e le classifiche sembrano già delineate.

Pappiana, con i numeri di Trittico e Cerbaie, è ampiamente davanti: ma si presenteranno in numero sufficiente a garantigli la vittoria finale?
Dietro avanza Paperino a grandi falcate, pronto ad approfittare di una defaillance dei capoclassifica.
Per il terzo posto MDA Bike sembra al sicuro, l'Omega quarta è in classifica ma ne scomparirà al termine della manifestazione.
Per il quinto posto è lotta aperta tra Cicli Zapier, Lonzi Metalli e Forum Racing Team.
Chi avrà la meglio? I primi 2 sono però già gravati dallo 0 dello scarto...
ARCA Duemilaundici può solo sperare in crisi altrui, per trovare una sorprendente top 5.

Tra i pedalatori singoli, sono rimati 20 uomini e 2 donne a caccia della medaglia: le Cerbaie hanno tagliato fuori molte persone, mentre a caccia dei brevetti c'è ancora un bel po' di gente!

Prossimo ed ultimo appuntamento: la Gamballaria, 20 ottobre, sempre a Staffoli!

lunedì 23 settembre 2013

Sfiniti

Dopo 4 giorni come quelli appena trascorsi, tutto si riassume in questa parola.

La manifestazione è stata un successo: il ringraziamento va in primis a tutti i volontari (babbi e mamme, sorelle, amici e parenti, conoscenti) che hanno aiutato. Il successo è tutto vostro, anche se sono Ale e Fabio a metterci la faccia.

Le donne della cucina meritano un plauso a parte: hanno dato l'anima per sfamare (sfamare? mandare all'ingrasso è un termine più corretto) il plotone di partecipanti rimasto a pranzo.
Tutti felici, tutti allegri, e tutti contenti.

Insomma. il massimo che potevamo chiedere.

Abbiamo ricevuto alcune critiche e le accettiamo serenamente: purtroppo non ci aspettavamo una risposta del genere al nostro lavoro di presentazione dell'evento, la speravamo soltanto.
Abbiamo realizzato solo il sabato mattina, al completamento delle preiscrizioni, che i numeri erano sorprendenti: ed abbiamo provato ad aumentare i viveri per i ristori, ma complice anche la nostra volontà di far passare dal primo ristoro TUTTI i partecipanti abbiamo mancato l'obiettivo di non rimanere a secco.

Anche sulla frecciatura abbiamo toppato un paio di punti: ad un bivio una freccia si è staccata e ribaltata, indicando una strada a fondo chiuso; nel secondo l'avevamo messa poco in vista e qualcuno non l'ha notata. Chiediamo venia, cercheremo di far meglio.

Non cercheremo di far meglio invece per quel che riguarda il pranzo: vista la pioggia di complimenti... li giriamo con piacere alle cuoche, noi non c'entriamo niente!

E poi quei fanatici ai Bechini, lo Zoncolan di Staffoli, che hanno riscaldato con urla e campanacci i primi km del percorso. Che personaggi! I video arriveranno a breve.

Ringraziamo i 340 presenti, che hanno regalato alla piazza un calore ed un colore mai visti, e tutti coloro che ci hanno promosso: l'anno venturo promettiamo ancora più impegno ed inventiva!

Per le foto, dal momento che le avete chieste: abbiate qualche giorno di pazienza. Al termine dei lavori di pulizia del centro AVIS, di sfrecciatura e di completamento delle classifiche, penseremo anche agli scatti :)

Se vi siete divertiti, vi aspettiamo il 20 ottobre: ma la Gamballaria NON è affare per tutti :)

mercoledì 18 settembre 2013

Corri corri su openrunner!

Per i più smanettoni, è ora possibile visualizzare in dettaglio tutti i percorsi dell'edizione 2013.
Bastarà andare su www.openrunner.com e usando il tasto "cerca", digitare "Giro delle Cerbaie 2013".

Quest'edizione sarà molto dura dal punto di vista organizzativo, i bivi dei percorsi saranno ben 5 e dovremo inserire addirittura 7 punti di controllo, per evitare che ci siano tagli al percorso.
Quindi non pensateci nemmeno a tagliare, mancato timbro verrà considerato mancato percorso ;)

martedì 17 settembre 2013

Le classifiche prima del gran finale!

Siamo ormai al termine della stagione cicloturistica... a 5 giorni dall'ultima manifestazione cicloturistica del 2013, il nostro bel Giro delle Cerbaie!

Ma quante società sono realmente interessate a partecipare ed a fare una bella figura alla nostra prova? Scopriamolo consultando le classifiche del "Memorial Rota" e dei "Cieli e Terre Toscane"!

La classifica generale del Memorial Rota è affare a 2: GC Lonzi Metalli Livorno e Pappiana Bike sono separati da soli 34 punti, che però diventano 14 dal momento che lo scarto dei livornesi è più alto di quello dei "LuPi".. sfida finale!
Il podio dovrebbe essere completato, salvo sorprese, dai livornesi di Revello, poi Pol. Omega e MDA.

La classifica del criterium Mari e Monti Toscani viaggia sulla stessa lunghezza d'onda: Lonzi e Pappiana sono separati da 30 punti, che divengono 50 considerando lo scarto, stavolta favorevole ai livornesi. E' comunque una lotta sul filo di lana.
Anche in questo caso il terzo posto di Revello sembra al sicuro dagli assalti dell'Omega, mentre per il quinto posto sfida a tre tra MDA, Pol. Portammare Pisa e Rea Rosignano.

La classifica del percorso medio premia MDA su Revello e Lonzi, e pare che anche con gli scarti queste posizioni rimarranno invariate. Ai piedi del podio l'Omega, per il quinto posto sfida tra i pietrasantini di UOEI Bike Club e AS La Rotta, solo 5 i punti di differenza tra le due formazioni!

La classifica del percorso corto è appannaggio del CRAL ASA Livorno, che domina la classifica; per il secondo posto lotta MDA-Lonzi, poi Revello quarta e quinto posto da decidere tra CRAL ENI Livorno e Portammare.

Tutte le classifiche sono consultabili sul sito www.memorialrota.com!

Delle classifiche singole non parliamo, e passiamo direttamente al "nuovo" Cieli e Terre Toscane, che potete visionare nell'apposita pagina del nostro sito ;)

Al momento comanda il Team CRAL Continental di Livorno, che però non può permettersi di mancare più visto lo 0 al Tour de Suisse. Saranno interessati a partecipare?
Dietro infatti scalpitano Pappiana Bike, MDA e Paperino che promettono di presentarsi in massa a Staffoli!
Anche Cicli Zapier Pontedera, Forum Racing Team e Arca Duemilaundici Pistoia sono pronte a dar battaglia avendo già fatto intendere di partecipare.

Ai posteri l'ardua sentenza, noi continuiamo a dire che a Staffoli vi divertirete un mondo, quindi non mancate!

lunedì 16 settembre 2013

Fischi e campanelle allontanano le nuvole

A La Rotta di Pontedera tutti si aspettavano la pioggia. Gli oltre 150 partenti sapevano di andare incontro ad una variante collinare delle cascare del Niagara, ma quando superato il paese di Forcoli il sole ha fatto capolino ci sono stati squarci di speranza nei partecipanti.

Su di un percorso ondulato, con 3 lunghe salite non difficili da superare, i partecipanti hanno apprezzato i paesaggi tipici delle colline fiorentine e pisane, accompagnati da un'organizzazione all'altezza e da ristori presenti e ben presidiati.

Dopo il via ed i primi 20 km circa in piano, è la salita di SanVivaldo a scaldare le gambe dei pedalatori: con i suoi gradoni ed i punti dove recuperare però, quest'erta è stata valicata senza problemi dai più.
A Montaione, primo ristoro, i cortisti riprendevano la via di casa, mentre gli altri scendevano su Castelfiorentino.
Prima del paese ancora un bivio, lunghisti verso Montespertoli e "medisti" (medi? mediani? metodisti? medianici?) in direzione Certaldo.

Per i più accaniti pedalatori la salita di Montespertoli, lunga ma mai impegnativa, è stata un piccolo ostacolo, mentre ben più faticosa la pianura per tornare a Certaldo, piena di saliscendi e con vento contrario ma alleviata dal secondo ristoro.

Rientrati sul percordo del medio, ecco l'ultima ascesa: Gambassi. Primo km molto duro, poi una serie di tratti agevoli e finale in centro, con un muro degno del Giro delle Cerbaie a stroncare le ultime energie rimaste.
Ritorno a Montaione, ristoro e in picchiata verso Corazzano; poi oltre 25 km di pianura per tornare alla base, accolti da un discreto pasta party e dal sollievo per non aver subito le angherie del meteo, oggi fortunatamente clemente con organizzatori e partecipanti.

Domenica gran finale! Le Cerbaie addobbate a festa attendono lo scontro finale per classifiche dei circuiti, societarie, e dei singoli. Già stamani abbiamo molte richieste di preiscrizioni, possiamo dire che ce le aspettavamo ma non in questi numeri!
Grazie per darci fiducia, siamo certi che non vi deluderemo!

mercoledì 11 settembre 2013

Agli occhi degli altri

Domenica 15 settembre, con la manifestazione organizzata dall'AS La Rotta, la "GF dei fischi e delle campanelle", si aprirà la settimana finale del Memorial Rota 2013, che come tutti saprete si concluderà il 22 settembre a Staffoli, dove stiamo allestendo mirabilie per stupirvi sempre di più.

Negli ultimi giorni però è nata una querelle tra Alfio Pellegrin, cicloturista del gruppo MDABike e da quest'anno creatore di video riguardanti le manifestazioni del Memorial, e Federico Caponi, presidente dell'AS La Rotta, riguardo la complessità del percorso corto disegnato dai rottigiani, troppo lungo e impegnativo a dire del primo, mentre semplice e pedalabile a giudizio del secondo.

Non ci dilunghiamo in questioni di lana caprina: la salita di San Vivaldo, passando da Castelfalfi, è facile nella maggior parte della sua percorrenza.  Di certo, niente di impossibile. Ma è il kilometraggio totale del percorso corto, 72 km, che stona nel contesto di un regolamento, quello del Memorial Rota, che indica in un massimo di 60 km senza elevate difficoltà il "metodo" di creazione di un percorso corto.
Siamo tutti ciclisti e siamo tutti organizzatori: ognuno ha le sue croci e non vogliamo metterci di certo nei vestiti di altri, già i nostri sono ampiamente sudati ;)

Embè, direte voi.
Veniamo a noi: lo scorso anno abbiamo proposto un percorso corto ben più difficoltoso di quello pontederese, però nessuno ci è venuto a dir niente fino a qualche giorno fa. Probabilmente, cercando di far intentedere quali siano i paletti entro i quali muoversi. E ci ha fatto riflettere.
Effettivamente ci rendiamo conto di aver esagerato 12 mesi fa, e quest'anno abbiamo cercato di rimediare all'errore con un corto più cicloturistico possibile.

Ma siamo certi che il modo giusto per porsi agli occhi del comitato, del circuito, dei ciclisti assidui frequentatori dei raduni ed anche a chi si avvicina al cicloturismo in questo periodo, non sia quello di un comunicato ufficiale (perchè di fatto, inviandolo a tutte le caselle email del circuito ed anche a indirizzi esterni ad esso, lo diventa) in cui mettere in risalto alcune problematiche, nè quello di rispondere per le rime con aggressività e fervore come è successo in questo specifico caso.

Noi siamo per il dialogo: se non l'uno davanti all'altro, anche per telefono. Non sarebbe stato un problema sentirsi.
In questo caso speriamo che domenica non ci siano defezioni particolari, e ricordiamo che un comitato che lavora e persegue uno scopo con unità e decisione ha più possibilità di centrare obiettivi rispetto ad un gruppo di persone che si parla per comunicati stampa e si disperde alla prima incoerenza.

Nel frattempo rinnoviamo il consiglio: domenica venite a La Rotta, la manifestazione lo merita :)

lunedì 9 settembre 2013

Completo tecnico "Giro delle Cerbaie"... siamo al fotofinish!

Cari amici ed amiche, dopo 2 mesi di attese, risposte, informazioni ed ordinazioni, martedì 10 settembre attorno all'ora di pranzo verrà mandato in lavorazione il primo ordine di completini del cinghiale :)

Per chi fosse ancora interessato consigliamo di sbrigarsi, il tempo sta per scadere per avere il proprio completo entro il 22 settembre, data della nostra manifestazione!
Abbiamo creato una pagina apposita nel menu in alto, informatevi e affrettatevi!

Maggiori info: girodellecerbaie@gmail.com - Cell 3337238666 Alessandro

sabato 7 settembre 2013

Volantino UFFICIALE della manifestazione

In allegato a questo post potrete trovare il volantino della manifestazione in formato .JPG, per poterlo visualizzare senza problemi.
Adesso restano da sistemare le ultime cose, ma stiamo facendo un gran lavoro per cercare di darvi un'edizione ancora migliore rispetto al passato!



domenica 1 settembre 2013

Countdown!

Domani, dalle 13, si aprirà il sipario sull'edizione 2013... tenete d'occhio queste pagine e il nostro profilo facebook!

giovedì 29 agosto 2013

L'attesa del piacere...

... NON è essa stessa il piacere!

Da qualche giorno siamo inondati di richieste di ogni tipo. Ci fa molto piacere tutta questa attenzione, ma come già scritto a inizio agosto ci siamo presi qualche settimana di "ferie", e torneremo attivi da lunedì mattina con il sito aggiornato e tutte le informazioni necessarie per questa edizione.

Pazientate ancora 2-3 giorni... :)

A presto!

giovedì 8 agosto 2013

Annullamento manifestazione

A causa di modifiche al regolamento nazionale di cicloturismo, ed all'impossibilità di modificare in corsa il regolamento del circuito nel breve lasso di tempo che separa dalla prova, il comitato organizzatore del Memorial Rota ha deciso di ANNULLARE la prova denominata "8 ore non stop" prevista per il prossimo 1 settembre. Con l'annullamento della manifestazione, è quindi annullata anche la classifica della Combinata, ma i risultati del prologo rimangono validi per tutte le altre classifiche. Appuntamento quindi per l'8 settembre, a Livorno, cui seguiranno aggiornamenti!

venerdì 2 agosto 2013

Ferie!

Amici, amiche, pedalatori e pedalatrici, ed anche solo semplici appassionati:

il CO del Giro delle Cerbaie si prende qualche settimana di ferie, ma di certo non se ne starà con le mani in mano!

In questi momenti cercheremo di mettere a punto il percorso e la logistica di quello che per noi è l'appuntamento clou della stagione, e quest'anno eccezionalmente anche ultima tappa del Memorial Rota, quindi il rendez-vous di tutto il cicloturismo del centro della Toscana, con un occhio anche ai turisti che passeranno da queste parti per l'appuntamento storico con la prima edizione dei campionati mondiali di ciclismo in terra di Toscana, che avranno luogo proprio dal 22 settembre per concludersi il 29 con la prova in linea dei professionisti.

Abbiamo già fatto molto, ma di certo non abbastanza, per regalarvi la miglior giornata possibile: state certi che abbiamo ancora molti assi nella manica da poter utilizzare per rendervi ancora più interessati alla nostra manifestazione.

Ma per adesso vi auguriamo solo...

BUONE FERIE E BUONE PEDALATE!

lunedì 15 luglio 2013

Una tappa epica per pochi eletti!

Si è svolta ieri la seconda prova del nuovo circuito cicloturistico "Cieli e Terre Toscane", il temibile e famigerato "Tour de Suisse - Viaggio nella Svizzera Pesciatina!".

Pochi i partenti, solo 63, ma il 100% dei partecipanti ha ampiamente apprezzato la volontà dell'organizzazione, i percorsi ombrosi e panoramici tra le montagne pistoiesi, i ristori abbondanti e ben forniti di ogni cibaria e bevanda, la compagnia delle ragazze dei ristori e l'accoglienza riservata dal ristorante "Quelli del Dallas" che ha offerto un pranzo molto buono ad un prezzo irrisorio.

Prima i ringraziamenti ai presenti: siamo molto felici che siate venuti a trovarci, che abbiate partecipato con passione e dei complimenti che ci avete fatto. Qualcuno diceva che facendo manifestazioni così si va in perdita: sappiate che la soddisfazione di chi c'era è il miglior compenso per i nostri sforzi!

Poi i freddi numeri! tappa dura questa, conquistata ex aequo da due società: il Forum Racing Team e l'ASD Paperino, che salgono in classifica vicino al podio. Podio occupato da CRAL Contintental e Zapier assenti, ma al terzo posto si avvicina la società MDA, con 8 partecipanti (record di presenza) sul corto.
Salgono anche Arca 2011 e Omega, e si affacciano in classifica Cicli Maggi e Cicli GM, rispettivamente di Forte dei Marmi e Ponte Buggianese.

Ventisette i maschietti che rimangono in testa alla classifica individuale, mentre tra le femminucce il panorama per le prime 4 sembra già delineato.
Le classifiche le trovate aggiornate nella pagina del sito dedicata al circuito, se avete lamentele o richieste la nostra email è la solita: girodellecerbaie@gmail.com !
Le foto invece arriveranno in terda serata, pazientate ancora qualche ora :)

Due parole sul percorso, tanto per far ingelosire chi non c'era!
Partenza da Marginone, ma dopo pochi km di riscaldamento i viali di Pescia in lieve pendenza preparano il campo alla lunga (16 km!) prima ascesa: il passo Serina. I passaggi boschivi sotto le castella di Pescia (Pietrabuona, Medicina, Fibbialla, Aramo) e l'arrivo a San Quirico, fine del tratto più impegnativo. Poi leggera risalita sfiorando Castelvecchio, per poi attraversare Stiappa e Pontito, paesi quasi fantasma a pochi km dalla vetta.
Le sorgenti della Pescia anticipano il GPM, e la brutta ma breve discesa verso Lanciole è solo una mera illusione di riposo.
Superato l'abitato, si risale attraverso Crespole, per gli ultimi 8 km verso Macchia Antonini, "cima Coppi" del percorso con i suoi 1010 mt slm. Come sempre nelle domeniche estive, il pubblico è molto per la presenza di mercatini e zome ombrose ottime per i pic nic, ma per i partecipanti era poco dopo il momento del ristoro.
Al bivio corto-lungo infatti tavole imbandite di cibo e bibite accoglievano tutti, e si curavano di non servire i tantissimi ciclisti di passaggio non muniti di davantino e foglio di viaggio.
Per i cortisti, lunga discesa attraverso Goraiolo e Vellano per far ritorno da Pescia all'arrivo.
Per i lunghisti invece falsopiano verso Prunetta e poi discesa su Piteglio, per affrontare "la piccola morte": Casa di Monte. 3 km molto duri, in un bosco fittissimo ma su strada ampia e psicologicamente difficile da affrontare, per poi ritornare verso Calamecca, ennesimo borgo spettacolare immerso nei boschi.
Discesa breve, e risalita meno difficile ma comunque impegnativa verso Femminamorta e Casore del Monte, ubicazione del secondo ristoro.
Questa volta era il cocomero a farla da padrone, con gli addetti impegnati a servire gli oltre 40 passanti ed informarli della seguente discesa (stretta e in alcuni tratti tortuosa) e dell'ultima salita, lunga e durissima: Avaglio.
Voci di corridoio narrano di cotte epocali, di situazioni da ciclismo eroico con partecipanti a gettarsi nella boscaglia o in fontanelle con piedi e testa, per evitare la calura dell'ultimo GPM. Ma alla fine tutti conquisteranno la vetta assassina.
Da Panicagliora, sbocco della strada successiva ad Avaglio, anche per i lunghisti tutta discesa fino a Pescia e poi ultimi km soffocanti verso l'arrivo, con lo strappo di San Salvatore a rosolare a puntino la cottura dei ciclisti.

Poi tutti a tavola! Insalatona e pasta al sugo per tutti, con contorno di torta e frutta, per togliere la sete e rinfrancare corpo e spirito con chiacchiere sull'impresa appena effettuata!

Ancora grazie a tutti, e se vorrete ci vediamo a settembre: promettiamo una manifestazione molto migliore di questa :)

mercoledì 3 luglio 2013

La stagione estiva...

... riempie le giornate di impegni, che sovrapposti al lavoro "ordinario" non lasciano il tempo di respirare!

Nell'attesa del nostro "Tour de Suisse", il prossimo 14 luglio a Marginone (LU), nell'ultima decade di giugno si sono alternate molte manifestazioni.
Il 23 la GF Alto Appennino di Pistoia, con madrina la celebre ciclista Edita Pucinskaite (trionfi a giro e tour per la lituana) è stata una bella promozione per il cicloturismo, con i partecipanti entusiasti di percorsi e organizzazione.
Buon lavoro anche quello della società Revello di Livorno per il raduno provinciale del 30 giugno scorso, condito da oltre 220 partenti impegnati sui saliscendi delle province di Livorno e Pisa.

A Follonica invece, quello stesso giorno,si svolgeva la GF della Maremma organizzata dal Pedale Follonichese in ricordo di Maurizio Stella, morto un'anno fa nella tragedia dell'alluvione nel grossetano.
Non abbiamo riscontri ma speriamo che tutto si sia svolto per il meglio e per onorare il ricordo del nostro amico pedalatore ed organizzatore.

I prossimi appuntamenti sono la GF della Repubblica Marinara Pisana, il 7 luglio dalle 7 del mattino a Pisa zona Portammare, ed il 14 luglio con la nostra bella novità.

giovedì 20 giugno 2013

Giro delle Cerbaie: l'eccellenza sulla propria pelle!

Dopo quasi due mesi di attese, di richieste da ogni parte della regione, di domande e lamentele su quanto si sarebbe dovuto attendere per pote rindossare il completino "Giro delle Cerbaie"... l'attesa è terminata! :)

Prima però, lasciateci raccontare la nascita del completino, e ringraziare alcune persone. Dapprima Lorenzo Nigi (ci perdoni se ti nominiamo pubblicamente?), che ci ha "imboccato" l'idea del materiale tecnico e ci ha presentato alla seconda persona da ringraziare, Gianpaolo Parentini.
Quest'uomo si è dimostrato sin da subito interessato alla nostra idea di valorizzazione del territorio e delle sue aziende, e ci ha aperto le sue porte nonostante il blasone del marchio e le evidenti incertezze sul nostro progetto.
Abbiamo quindi pensato ad un disegno accattivante e lo abbiamo affidato ad un'altra persona da ringraziare, Luca Bellisario. Ha sopportato in silenzio le nostre angherie: questo non va bene, questo così, quello cosà.
E per giunta il primo risultato ci è stato bocciato da Gianpaolo: c'erano molte cose da migliorare e da cambiare.
Abbiamo quindi riadattato il disegno, lo abbiamo reso più "turistico" (la toscana sullo sfondo, la cartina con le città principali, il simpaticissimo cinghialotto in bicicletta sul dorso) ed abbiamo avuto l'ok sia da Gianpaolo che dalla divisione grafica. In una sola settimana di attesa i 4 completini di prova erano pronti per essere indossati.

Adesso passiamo però alle specifiche tecniche: inutile dire che il marchio Parentini è una delle eccellenze italiane in fatto di materiale tecnico, sebbene la sua popolarità non raggiunga i picchi di altre ditte.
Il maglificio ubicato a Capanne (PI) è da oltre 30 anni sinonimo di qualità ed efficienza, e nel tempo ha associato il suo nome a grandi nomi del ciclismo professionistico, uno su tutti Giuseppe Saronni, mentre ad oggi le principali sponsorizzazioni Parentini sono: la nazionale danese di ciclismo su pista, nazionale russa maschile e femminile, team RusVelo, Settimana internazionale di Coppi e Bartali, Giro del Trentino. E molte altre, con le quali non vi annoiamo.
Se girate in rete non troverete moltissimi commenti, ma il 99% di essi è più che positivo al riguardo dei prodotti Parentini, giudicati universalmente di ottima qualità e di prezzo adeguato.
Ed è per noi importante che questo livello di eccellenza accompagni il nome della nostra manifestazione e delle ditte che hanno piacere di associarsi al nostro evento.

Il completo che abbiamo deciso di proporre è il top della gamma del maglificio sportivo toscano, ed è composto da:

-Maglia a manica corta Elastic Carbon Rapid Dry, tre tasche posteriori in carbonio, elastico siliconato antiscivolo, zip a scomparsa 50 cm, banda elastica fondo manica con filato aggrappante tessuto all'interno.
-Pantaloncino Lycra Performer Power anatimico, retro in tessuto elasticizzato a rete, banda elastica fondo gamba con filato aggrappante tessuto all'interno, fondello HTDIECI "long distance" elastic (con possibilità di scegliere anche il fondello FLOU S10 elastic, più adatto alla pratica saltuaria).

Ulteriori e più esaustive spiegazioni le troverete sul sito Parentini!

Prezzi!
Il prezzo per il completo (maglia + pantaloncino) è di 95,00€.
Il prezzo della sola maglia o del solo pantaloncino è di 49,00€.
Siamo però interessati non solo a proporre un prodotto di altissima qualità ad un prezzo che non si trova in giro, ma a farvi partecipare alla nostra giornata di festa il prossimo 22 settembre.
Quindi come offerta proponiamo il pacchetto completino + iscrizione alla manifestazione al prezzo di 95,00€ tutto compreso! Ovvero non pagate l'iscrizione se acquistate il nostro completino! :)

Se avete già avuto a che fare con prodotti tecnici di pregio, avrete già capito che questi prezzi sono un'offerta incredibile e che durerà per non più di 15 giorni, visto che complice il mese di agosto in cui la ditta resterà chiusa, per avere i completini entro il giorno della nostra manifestazione (il prossimo 22 settembre) sarà necessario prenotarli al più presto!
La e-mail di riferimento è sempre la stessa: girodellecerbaie@gmail.com, chiedete anche se avete dubbi su qualsiasi cosa!

lunedì 17 giugno 2013

Il weekend del 16 giugno lasciava scegliere tra mare o montagna ma...

Il fine settimana appena trascorso è stato baciato dal sole e dal caldo, con un cielo che non si mostrava così limpido da molte domeniche a questa parte.

Il gruppo dei cicloturisti toscani era diretto in massa a Scarperia (FI), dove prendeva il via la sesta edizione del Ciclotour Mugello, manifestazione cicloturistica che, per chi partiva dalle ore 7, prevedeva anche il passaggio all'interno dell'Autodromo omonimo ed il passaggio sulla diga di Bilancino, prima delle lunghe e faticose ascese ai passi appenninici della Futa, della Raticosa, del Paretaio e della Colla di Casaglia.

Al contempo, a San Vincenzo (LI), riprendeva vita una manifestazione cicloturistica scomparsa una decina di anni fa, ed organizzata dal UC San Vincenzo, dai richiami paesaggistici e altimetrici altrettanto interessanti.
A chi scrive questo articolo da dietro lo schermo, ed ha partecipato in passato alla prima e ieri alla seconda manifestazione, è saltato agli occhi che la bellezza dei due luoghi, così distanti, era ugualmente esagerata, e riempiva gli occhi ed il cuore di pura aria di natura incontaminata.

Partenza dal mare, e dopo pochi km risalita delle colline pisane, dapprima verso Castagneto Carducci, borgo caro all'infanzia del primo Nobel italiano per la letteratura, e poi verso Sassetta e Monteverdi, tra scenari che hanno rubato il cuore ad un coraggioso ciclista statunitense (che vinse un giro di 25 anni fa tra la neve ed il freddo), Andy Hampsten, che ha fatto di questa zona la sua nuova casa.
Dopo aver valicato i borghi di Serrazzano e Castelnuovo Val di Cecina, la strada ha proposto un passaggio ai piedi dell'Aia dei Diavoli, seconda cima più alta della provincia pisana (seconda solo al nostro amato monte Pisano), prima di sfondare nel grossetano per la discesa verso Monterotondo Marittimo e Suvereto.
Il forte vento contrario ha abbandonato i ciclisti solo sull'Aurelia, ai piedi di Campiglia Marittima, per gli ultimi km con un dente assassino che anticipava il ritorno a San Vincenzo.

Purtroppo, per quanto il percorso della manifestazione livornese non avesse avuto niente da invidiare a quello mugellano, è stato il confronto organizzativo a non reggere il confronto. E, sia chiaro, chi ancora vi scrive ha trovato esemplare la pazienza e la dedizione con la quale gli organizzatori si sono dedicati agli ultimi arrivati (sempre noi), sia lungo che al termine del percorso.
Ma, duole scriverlo però è così, per i 130 cicloturisti accorsi a San Vincenzo non è stata la stessa impressione: cartellonistica carente e troppo piccola, ristori inadeguati al numero di passanti con carenza di bibite che ha creato non pochi fastidi, ristoro all'arrivo scarso e senza organizzazione logistica adeguata.
Insomma, in parole povere una bocciatura organizzativa senza appello.

Però, dall'alto della nostra pur poca esperienza, consigliamo agli organizzatori di non lasciarsi demoralizzare o demonizzare i commenti dei cicloturisti: questi sono l'anima delle manifestazioni, e la loro soddisfazione la si può recuperare con una edizione futura setacciata da queste magagne.

Magari, proviamo a dare qualche consiglio spassionato, partendo da uno stabilimento balneare e convenzionandosi con esso per avere docce e spogliatoi, e magari una sdraio a prezzo di favore per chi vuol restare al mare dopo le fatiche in bici: e sicuramente facendo scorte abbondanti di necessario per i ristori. Crostate e schiacciatine spesso non bastano a far contenti cicloturisti "ingolositi" da ristori abbondanti come nel Mugello o nel Chianti ;)

giovedì 13 giugno 2013

Cieli e Terre Toscane 2013: classifiche ufficiose dopo la prima prova!

Dopo la prima prova del circuito, il Trittico del Serra, ecco le classifiche ufficiose (in attesa di quelle della Uisp) del Cieli e Terre Toscane 2013. Ad aggiudicarsi la prima tappa è stato il Team Cral Continental, seguito da Pappiana Bike e MDA. Per la rivincita, l'appuntamento è per il 14 Luglio con il Tour de Suisse!

Classifica società

Classifica atlete

Classifica atleti


Per richieste, lamentale o mancanze potete contattare lo staff alle mail girodellecerbaie@gmail.com oppure tritticodelserra@gmail.com

martedì 11 giugno 2013

Quanto fa tre per 300...

... una festa lunga una mattinata!

Prima i necessari trionfalismi: anche tra gli organizzatori stessi questa novità del rendere regolare il trittico, con la sequela di burocrazia e di costi aggiuntivi che sta dietro a situazioni come queste (niente di insormontabile, sia chiaro), e di continuare a tenerlo a costo 0 per tutti, poteva essere ed un repellente per i ciclisti più "selvaggi" ed un "soffocatore" della cassa. Per non parlare del disagio organizzativo di una "prima volta".

Ed invece, che grande gioia! Che spettacolo di colori e di rumori, e che partecipazione!

Ben 220 preiscrizioni, ed oltre 100 persone a volersi iscrivere la mattina stessa! E qualcuno che nonostante tutti i comunicati e le email, e non ci vorrà male se lo chiamiamo "duro", che non aveva il tesserino per iscriversi sul posto... ma è una festa per tutti, e allora via di corsa, dopo i necessari lavori di messa in sicurezza (frecciatura, cartelli di prudenza, discese pericolose e orari limite per i più indietro), a pedalare per questo monte che sembra capitato un po' per caso in mezzo a queste piane, e più poeticamente "per che i pisani veder Lucca non ponno".
Ed invece a Calci domenica mattina si vedevano tutti: pisani, lucchesi, livornesi, fiorentini, pistoiesi, pratesi, grossetani, massesi e carraresi, toscani di tutte le razze insomma... e poi liguri!, lombardi!, e non sto a continuare che non voglio riaprire la lista degli iscritti... oltre 300 anime, tutte con la stessa passione: la bici.
E di tutti questi, che hanno reso il monte Pisano una riserva naturale di ciclisti per un giorno, oltre 250 hanno avuto la forza (ma con tanta e tale compagnia parleremmo più di piacere) di scalare il Serra dai tre suoi versanti levigati dal bitume: Calci, impervia e dolce ed ancora impervia, con cambi di ritmo repentini e devastanti; Sant'Andrea, una lunga processione verso il cielo tra fatica e catarsi; Buti, dolce sofferenza finale anche per i meno allenati rinvigoriti dal profumo insapore delle antenne.

Quindi gloria per tutti, e peccato per chi non c'era, ci rivediamo a settembre/ottobre per gli esami di riparazione... nel frattempo il carrozzone va avanti: il 14 luglio venite a sfiancarvi al Tour de Suisse!

giovedì 6 giugno 2013

Il weekend del Trittico del Serra!

Lo ammettiamo, siamo un po' emozionati ed in fervida attesa.
La nostra amicizia, divenuta collaborazione, con i ragazzi del Trittico del Serra, è dapprima (l'anno passato) divenuta un minicriterium in 2 prove per i partecipanti, e da quest'anno un circuito cicloturistico in piena regola!

Il nostro "Cieli e Terre Toscane" è dunque al via, e dalle notizie che arrivano da chi si occupa delle preiscrizioni.. sarà una grande festa quella che vedrà i ciclisti impegnati alla triplice ascesa del Monte Serra di domenica prossima.

Siete quindi tutti invitati a partecipare, tra 3 giorni, ad un'evento che farà sudare, divertire e conoscere amici vicini e lontani con la stessa passione per la bici.

Per chi per vari motivi non potrà esserci, è pero importante sapere che ci saranno altre manifestazioni in toscana, e ve le elenchiamo con piacere:

-a Rosignano Marittimo (LI) la GF del Castello "Diego Ulissi" dedica il percorso corto ai cicloturisti, con un raduno valido per il campionato provinciale labronico
- a Prato un raduno organizzato dalla CDP Coiano valido per il campionato provinciale pratese, 3 percorsi per tutte le gambe: link!
- a Sieci (FI), raduno valido per il campionato provinciale fiorentino organizzato dalla Pol. Sieci, 2 percorsi di 85 e 50 km: link!

Sarà probabilmente il primo vero weekend primaverile da alcuni mesi a questa parte, approfittatene e fare una bella pedalata in compagnia!

venerdì 31 maggio 2013

Cicloturismo in Toscana: weekend del 1-2 Giugno

Quante idee per pedalare in Toscana questo fine settimana!

Cominciamo dal Sabato, 1 Giugno.
A Marlia si svolgerà il terzo Trittico delle Pizzorne, un ritrovo a cadenza biennale che prevede una triplice scalata alla montagna che sovrasta Lucca. Ritrovo dalle 7.30 a Marlia, con partenza alle 8. La sequenza delle ascese sarà la seguente: la terribile Matraia. la selvaggia Pariana e la classica Villa Basilica. Divertimento assicurato per gli scalatori!

Domenica 2 Giugno.
La regina delle cicloturistiche! A Castelnuovo Berardenga la Chianti Classic propone percorsi immersi fra le stupende colline del Chianti, per un'esperienza assolutamente irripetibile. 3 percorsi cicloturistici, 2 enogastronomici e una randonné sul piatto dell'offerta agli amanti delle due ruote. Per ulteriori informazioni cliccate QUI per il volantino.

A Firenze largo alla storia del ciclismo, con la quinta edizione della Ri-edizione (perdonateci il gioco di parole) della Firenze-Modena, la tappa che nel Giro d'Italia del 1940 lanciò Fausto Coppi nella sua prima grande vittoria della carriera. Volantino!

Giù in Maremma, a Grosseto, 29° edizione del Cicloraduno Ospedalieri, che offre un unico percorso di 80 km per le verdi colline maremmane. Volantino!


Buone pedalate!

mercoledì 29 maggio 2013

Giro dei Due Bacini

Molti ricorderanno lo scorso weekend come uno dei più freddi di sempre per la seconda metà di Maggio. L'estate è alle porte soltanto sulla carta, ma questo non ha impedito a un bel sole di farsi spazio fra le nuvole che fino all'alba di domenica mattina hanno scaricato acqua sulle montagne pratesi e bolognesi. Un sospiro di sollievo generale, soprattutto per i volontari della Ciclistica Viaccia che con grande cura avevano ancora una volta messo in piedi una grande organizzazione per la 33° edizione del Giro dei Due Bacini.

La partenza è a dir poco fresca, e sono servite le assolate rampe del Valico di Montepiano per portare un po' di tepore in gruppo. L'aria pulita e il cielo sereno, hanno potuto regalare ai ciclisti delle vedute davvero notevoli in questo tratto. Qua il corto tornava all'arrivo, ma il medio e il lungo preseguivano verso Castiglione dei Pepoli per prendersi il più bello di questo tracciato: la zona dei Bacini. Così, sulla sisnistra un fitto bosco e sulla destra i bei colori delle colline bolognesi hanno accompagnato il plotone per diversi km. Spettacolari il passaggio sulla diga del lago Brasimone e gli ampi tornanti del passo Zanchetto, dove il medio e il lungo si sono divisi.

E se il medio scendeva direttamente sul lago di Suviana, i ciclisti che hanno pedalato sul percorso lungo hanno dovuto percorrere qualche km in più per godersi il verde brillante di quelle acque. Dopo un lauto ristoro, una refrigerante discesa li ha condotti a Ponte di Verzuno, da dove hanno dolcemente risalito fino a Suviana. Nuvole minacciose hanno a questo punto destato un un po' di preoccupazione, ma tutti hanno potuto risalire la Valle del Reno senza bagnarsi più di tanto, raggiungendo il ristoro di Prunetta asciutti e affamati.

Lunga discesa fino allo zoo di Pistoia e poi ultimi km in pianura verso il campo sportivo di Viaccia, per una doccia e un bel pasto preparato dai volontari.
Alla fine sono stati in 554 al via, di cui la metà ha scelto il medio e la restante metà si è equamente spartita il percorso corto e lungo. Una prova organizzata egregiamente che, a sentire i rumors, dal prossimo anno modificherà i percorsi. Motivo in più, per chi come noi non è della zona, di essere soddisfatti e contenti per aver passato una domenica fra zone nuove, e di non essersi persi l'ennesima pedalata con lo spirito che a noi piace.

lunedì 20 maggio 2013

Giro delle Cerbaie 2013: un promo per tutti i gusti!

Nella sezione "Video" del nostro sito è finalmente visibile il promo della prossima edizione!
Ringraziamenti sentiti a chi ci ha scortato ed accompagnato per le riprese, a voi diciamo solo di farvi venire l'acquolina in bocca e.... lasciatevi stupire!

III GF "Colline livornesi" - Livorno

In una domenica che ha restituito un po' di dignità alla carovana del giro d'Italia, con neve e freddo di fronte al monumento in memoria di Marco Pantani, i cicloturisti toscani hanno onorato la giornata alzandosi dal letto nonostante la fitta pioggia del primo mattino.
Le previsioni davano libeccio forte, a spazzar via le nubi, e così è stato: ma in tanti non avevan dato credito alle previsioni, ...e sono rimasti a casa perdendosi una giornata segnata dal sole e, sopratutto, dal vento.

E quindi solo 108 (numero che ricorda ed evoca la tragica fine di un ragazzo straniero arrivato in Italia che amava la bici come e più di noi, e che proprio nella città da cui la manifestazione prendeva il via è stato onorato 2 anni or sono) sono stati i partenti. Un segno del destino, forse...

Il percorso, come già detto baciato dal sole ma accarezzato contropelo dal vento, è stato rinnovato nella sua parte iniziale, con le brevi ascese a Nugola e Usigliano prima del lungo salire verso Chianni ed il monte Vaso. Panorami affascinanti dopo Chianni, con ampi squarci sulla valdera, ed il tanto suggestivo quanto difficoltoso passaggio dalla "buca", che rimandava a domande sulla capacità effettiva e sulla crudeltà di chi aveva progettato quelle strade.
E poi le pale eoliche della cima, impegnate a fare il loro dovere nell'attesa di passanti incantati a scrutare la costa, che sembrava incantevole solo perchè ancora lontana.

Lunga discesa su Castellina, e poi i celeberrimi saliscendi delle colline di Santa Luce, ed i campi ancora verdi, vedrete ad agosto quanto avranno cambiato colore!, a dare speranza di quiete per chi ancora aveva da pedalare faticosamente.

Gli ultimi km, controvento come da tradizione quando il cicloturismo abbraccia Livorno, sono una stilettata nelle gambe, ma al termine la calda accoglienza dei ragazzi del Cral ASA, organizzatori del raduno, faceva dimenticare per qualche momento la fatica.
Spendiamo una parola su questi organizzatori, che hanno fatto del loro meglio, ma purtroppo hanno pagato a caro prezzo (ancora più che a Pappiana) il tempo malevolo: hanno saputo aspettare tutti, anche chi era rimasto molto indietro, e non si sono arresi al facile scoramento. Meritano certamente di dimostrare nuovamente il loro valore l'anno prossimo, magari con ristori un poco più accoglienti ;)

Per chi ancora non è sazio di cicloturismo, iniziano le date del circuito toscano: 26 maggio Giro dei due bacini, 2 giugno Chianti Classic!

mercoledì 15 maggio 2013

Cieli e Terre Toscane - Il nuovo circuito di cicloturismo in toscana!

Da mesi ci stavamo lavorando, e finalmente riusciamo ad uscire allo scoperto.

"Cieli e Terre Toscane" è il naturale processo di crescita e proposizione di un cicloturismo ancor più amichevole, in cui le maglie delle varie società partecipanti si amalgamino in un'unico arcobaleno di legami sani e trainati dalla nostra grande passione: la bici.

Nella pagina apposita del sito sono presenti tutte le spiegazioni necessarie, noi del Giro delle Cerbaie e della Polisportiva Omega siamo onorati di essere parte di questo progetto assieme agli amici del Trittico del Serra ed alla Polisportiva Paperino,

Per adesso ci fermiamo a queste poche righe, più avanti daremo anche informazioni più dettagliate.
Stay tuned!

lunedì 13 maggio 2013

III GF "Costa livornese" - Livorno

"Cos'è la vita... senza l'amore..."

... per la bici. Che quando monti il Romito e guardi davanti, ed a destra e di nuovo davanti ed ancora a destra, e pensi che "hai voglia a farne di viaggi all'estero", ti passa ogni tormento.

Si, poi si svolta a Castiglioncello e cominciano i dolori: Nibbiaia, saliscendi, vento, lunghi rettilinei bramosi di energia, e poi la GF Costa degli etruschi che si mette in mezzo al nostro itinerario, ed ancora Riparbella, che parrà anche bella ma per arrivare a Castellina c'è chi un ci capiva più nulla.
Ed ancora saliscendi, e poi l'organizzazione che ti prende, ti supera, la riprendi e la rilasci addietro, ma il loro motore è migliore del nostro ed alla lunga dobbiam cedere anche ai cavalli meccanici; e poi una breve deviazione sull'itinerario originale, meno salita e più vento, ed il ritorno, che è le 13 ed a Livorno son tutti a fare il bagno.
Tutti tranne i ragazzi del GC Lonzi Metalli, ex AAmPS, ex campioni regionali ma da sempre campioni in carica di allegria ed amicizia: non c'era rimasto niente da mangiare ma noi ciclisti, si sa, con qualche chiacchiera ci si riempie la bocca.

Unico neo in tutta la perfezione della mattinata il bivio medio lungo: per chi ha avuto l'accortezza di controllare i percorsi era palese che fosse piazzato lì, ma se qualcuno (e qualcuno c'era, l'abbiamo visto!) fosse passato distratto l'avrebbe mancato.
E, si, magari un pochino da mangiare per gli ultimi!

Bravissimi amici, domenica tornate pure a pedalare che ve lo siete meritato!

giovedì 9 maggio 2013

III GF "Le valli del Serchio" - Pappiana (PI)

Prima i numeri: 450 iscritti, 310 partenti, 270 arrivati, 40 tornati indietro viste le cattive condizioni meteo. E svariati che non hanno nemmeno preso il via.

Dal punto di vista prettamente numerico, manifestazione che fa più iscritti della prova d'esordio a Madonna dell'acqua, quindi gran bel successo e vetrina importante per il "Memorial Rota" ed il "Campionato Toscano di Cicloturismo". E tutto questo nonostante il paventato rischio di piogge.
Piogge. O meglio, nubifragi.
Che hanno investito tutti quanti dalle 8, ora del via, fino al termine delle fatiche degli ultimi arrivati del percorso lungo.
E sorge una domanda: era necessario? Poteva essere eliminato almeno il percorso più impegnativo, con alcune discese difficoltose? Doveva per forza essere anticipato di 10 minuti il via? O poteva essere posticipato di 30 minuti per valutare l'evolversi della situazione? Alle 8 in punto già pioveva, sebbene non con intensità. Le risposte sono diverse a seconda dell'interpellato, certamente gli organizzatori hanno fatto il meglio possibile, però purtroppo un ciclista è finito in ospedale a causa di un'incidente con una vettura, quasi certamente dovuto alla scarsa visibilità.
Per completezza: nonostante il brutto colpo il poveretto è già a casa in via di guarigione, qualche tempo a riposo ma tornerà con più passione di prima!

Noi abbiamo fatto un piccolo sunto ma prima di fare qualsivoglia considerazione dobbiamo fare i complimenti a tutto il Pappiana Bike 2010 organizzatore dell'evento: è mancato solo il sole per rendere questa giornata memorabile. Ma se continuate così sarà sempre un piacere per noi alzarci la mattina per venire a trovarvi!
Ed anche a chi, si è sciroppato 130 km sotto l'acqua. Non sappiamo bene il motivo che a spinto i 63 temerari a farlo (immaginiamo le classifiche individuali, però), ma siamo certi che ci sia voluto ben più di un po' di coraggio.

Considerazioni: a parere nostro c'erano le condizioni per, perlomeno, rimandare il via, e pure per eliminare il percorso più lungo di modo da non rendere ancora più difficoltosa la giornata dei partecipanti. C'è però da dire che a Pappiana anche l'anno scorso aveva piovuto, e qualcuno si sarà sentito un po' frustrato per dover mortificare ancora uno dei percorsi più interessanti del panorama cicloturistico. Comprendiamo, non abbiamo mai avuto l'occasione di affrontare un simile problema e non possiamo immaginare cosa possa accadere. Speriamo solo accada il più raramente possibile.

Ma veniamo ai protagonisti, i ciclisti: nonostante si parli di cicloturismo, troppe persone devono ancora immedesimarsi nel clima dei raduni a cui prendono parte. Il lunedì dobbiamo (quasi) tutti andare al lavoro, e sinceramente quando ascoltiamo i racconti di chi è caduto, di chi ha visto cadere davanti a se un fulmine, di chi aveva le braccia tremanti in discesa; di chi, in piena grafagnana, si è sciroppato 50, 70, persino 90 km in solitario... non siamo contenti.
Signori e signore, ciclisti e cicliste, amici ed amiche: godetevi un po' di più quel che accade attorno a voi, trovate il tempo per una battuta o un saluto, e sopratutto non abbiate fretta. Godetevi il panorama, sempre e comunque. E se vi aspettano a casa per le 12.30 della domenica, non mettete fretta a chi si occupa delle operazioni di partenza... fate qualche km in meno, oppure fate aspettare coloro che han fretta. E dategli una lezione di "cicloturismo" ;)

Prossimi appuntamenti (tutti al mare!):

12 maggio - III GF Costa livornese - Org. Lonzi Metalli
19 maggio - III GF Colline livornesi - Org. Cral ASA

Portate il costume, alle 14 tutti a Quercianella!

giovedì 2 maggio 2013

I GF "Ti lascio un sorriso" - Cascina (Pi)

"Se ti ci metti con impegno, raggiungi qualsiasi risultato"

Dev´esser stato questo il mantra ripetuto nei giorni passati dai ragazzi e ragazze del Marciana Bike, che oggi ci hanno regalato una splendida organizzazione per il loro esordio alla regia di una manifestazione cicloturistica. Quindi prima di tutto ringraziamenti a Johnathan, Serena e gli altri componenti del gruppo (non ricordiamo tutti i nomi, perdonateci!).

Due parole sulla giornata: sin dal mattino nubi oscure e pioggerellina fine, ma giusto per la prima mezz´ora dal via. Oltre 150 partenti, che dato il meteo è un risultato più che buono, ma sopratutto la grazia ricevuta dal cielo, pian piano apertosi con l´andare dei km.
Percorso nervoso, ma con ampio recupero tra una salita e l´altra: prima parte nelle sempre splendide cerbaie con la dolce Santa Colomba, il dolcissimo Limino e la più aspra Santa Maria a Monte; seconda tra le colline pisane di Fauglia, Crespina e Lari, con lo strappo del Leccio ideale ciliegina sulla torta.

I due ristori sul percorso ottimi, ben piazzati ed abbondanti, ed il pasta party finale degno di nota per comodità ed accoglienza.
Adesso inizia il tour de force domenicale, con 3 prove nelle prossime 3 domeniche.
Il Memorial Rota entra nel vivo! Enzo e tutti gli amici del Pappiana Bike, pronti a non far rimpiangere l´organizzazione di oggi?

Il Giro 2012 raccontato sul periodico "Pieghe d'Arno"


Per un attimo, facciamo un passo indietro.
Il periodico "Pieghe d'Arno" ci ha gentilmente dato la possibilità di raccontare la scorsa edizione del Giro delle Cerbaie. Un onore per noi, che vogliamo condividere con tutti voi... Dalla penna, o meglio tastiera, di Fabio Botrini, eccovi l'articolo! 

"La polvere si solleva, e come una nuvola di primavera svanisce nel tempo in cui si forma. Piccoli sassi schizzano poco più in là, senza nulla muovere. Le ruote continuano a girare, leggere e veloci, fregandosene del cronometro. Non è un giro in bici come tanti, ma un viaggio nel tempo, attraverso luoghi in cui sembra quasi essersi fermato, fra continui saliscendi che ben presto stancano le gambe. Viale delle Pianore, una strada bianca perfetta e spettacolare nel passaggio dal viale di cipressi di fronte al villino di caccia appartenuto un tempo ai Medici.
No, non è il Chianti, sono le Cerbaie.
Colline che sembrano nascondersi dalla fretta di tutti i giorni, in cui continua a vivere l’orgoglio di un’epoca ormai lontana, scandita dal suono delle campane e dai lavori nei campi e nelle prode. Colline di cui in pochi, magari anche del posto, conoscono l’esistenza.

A Staffoli è una nuvolosa domenica di Settembre, e non si capisce cosa abbia intenzione di fare il cielo. Il Giro delle Cerbaie è alla seconda edizione, e a fronte dei 140 cicloturisti dell’esordio, stavolta sono 230 a partire alla scoperta di queste zone un po’ dimenticate, un po’ ignorate.
Le strade, già da subito, sono quelle avare di pianura che con il loro incessante scendere o salire caratterizzano questo angolo di Toscana. E sono anche strade storiche, prestigiose. La via Francigena con il suo tracciato secolare è qui a due passi, all’ombra dei boschi che ombreggiano i celebri “vallini” scavati da torrenti tanto piccoli quanto impetuosi dopo le pioggie.
I borghi di Massarella e Torre sono un passaggio obbligato, e sulle loro rampe qualcuno già non trova più rapporti da scalare. Per fortuna arriva un po’ di pianura, prima di affrontare le scenografiche strade delle colline di Cerreto Guidi. Non sono più le Cerbaie qui, ma lo scopo è divertire, vedere sempre posti nuovi, mai stancare con i soliti percorsi. Ciclo-Turismo, in una parola.

Dopo Cerreto Guidi, le ruote girano svelte verso le colline di San Miniato, per regalare agli occhi dei ciclisti alcune perle di rara bellezza come il passaggio dal borgo di Castelnuovo d’Elsa e di Coiano, le deserte strade di Corrazzano e le cattive salite che qui si celano fra i boschi. Da una parte la dolcezza del paesaggio, dall’altra la crudeltà dei “muri” di Montebicchieri e Moriolo, per toccare poi l’apice della malvagità con la temibile Via dell’Inferno, a Montopoli. Un nome, un programma.
Può sembrare strano per molti, ma l’animo del ciclista vive di queste sfide. E più accidenti e santi chiamati in causa vengono sospirati durante questi sforzi, più la soddisfazione dei pedalatori cresce una volta scesi dalle bici. Lo racconteranno ad amici e parenti, e sarà l’ennesima esperienza da ricordare per molto tempo.

Abbandonate queste colline, è di nuovo la volta delle Cerbaie, stavolta in zona Santa Maria a Monte. Il “muro” del Prataccio attende perfido le gambe ormai stanche dei ciclisti, e con le sue pendenze a doppia cifra e il tratto sterrato a metà ascesa è già un totem del Giro delle Cerbaie. Così come la strada bianca delle Pianore, il viale di Cipressi del borgo di Montefalcone e le vedute spettacolari sul Valdarno che si aprono fra le siepi di bosso della villa di Poggio Adorno.
Chi percorre queste strade per la prima volta non può che rimanere stupito dalla varietà di bellezze che questo territorio offre, e non può che ritrovarsi senza fiato quando, a sorpresa, a una manciata di pedalate dall’arrivo il “Muro dei Be’ini” richiama ad un ultimo improvviso sforzo. Il centro Avis è vicino ormai, e il lauto pasta party sapientemente preparato dalle mani di chi da anni cucina per la sagra della pappardella alla lepre saprà senza dubbio ripagare dei tanti sforzi.

Il Giro delle Cerbaie termina qui, laddove è anche iniziato. Sui tavoli piatti e bottiglie vanno e vengono, accompagnati dal vociare di chi deve assolutamente ripercorrere il percorso anche a parole. La soddisfazione è stampata sui volti, l’obbiettivo è centrato: far divertire e far conoscere le Cerbaie. Un evento che il Comune di Santa Croce sull’Arno ha deciso di patrocinare dall’esordio, condividendone fini e principi, e che nel 2013 si appresta a fare il definitivo salto di qualità. Tante le novità allo studio: un percorso che avrà alcuni passaggi più unici che rari, la collaborazione con i comuni e alcune associazioni, ma soprattutto l’ambizione a creare una giornata per la promozione delle Cerbaie a 360°. L’appuntamento è per il 22 Settembre. Lasciatevi stupire."

venerdì 26 aprile 2013

Completo estivo "Giro delle Cerbaie" ! Là dove volano i cinghiali :)

Come anticipato dall'articolo precedente, siamo lieti di presentare, grazie alla collaborazione con la famosa ditta di abbigliamento ciclistico Parentini, il nostro completo ufficiale!
Non dimentichiamoci del designer del progetto, Luca Bellisario!

Le foto le vedete qui: https://plus.google.com/photos/111484486739739818614/albums/5870923208247892257#photos/111484486739739818614/albums/5870923208247892257

Per info e prenotazione scrivete a girodellecerbaie@gmail.com

I "GF della Liberazione" - Guamo (Lu)

La novità della prova lucchese è stata accolta con grande partecipazione dai ciclisti locali, se è vero che molte delle maglie viste stamani erano di società che fino a poco fa erano quasi sconosciute ai "soliti noti" del Memorial Rota. Quindi innanzitutto complimenti all'organizzazione del circuito e della prova per la lungimiranza e l'ottimo lavoro svolto.

Oltre duecento anime hanno preso il vi...a questa mattina su di un percorso molto veloce ma che, se affrontato con troppo vigore, poteva lasciare strascichi nel finale.
I gruppi più "agitati" in neppure tre ore hanno completato il lungo, a conferma di quel che è stato appena detto. Va detto che i 105 km dichiarati si erano ridotti su strada a 99, ma questo è ininfluente.

Ad ogni modo si sapeva già che le brevi asperità di Santa Maria a Monte, Montefalconi e Montecarlo non avrebbero affaticato troppo, ma il fastidioso vento che nella piana pisana remva contro poteva essere un'ostacolo maggiore: bene, se a Madonna dell'Acqua per molti c'era un conclamato ritardo di condizione fisica, oggi questo problema non si è visto ;)

Come già detto ottima la macchina organizzativa: percorso ben segnalato, ristoro agiato e completo, attesa di tutti i partecipanti e pasta party finale abbondante e gustoso. Ancora complimenti alla Veloline Lucca.

Noi ricordiamo ancora la prova di domenica a Marciana di Cascina, organizzata dal Marciana Bike - Voglia di partire.net, sebbene il meteo sia ancora incerto su quel che sarà.

Ci siamo però tenuti, noi del Giro delle Cerbaie, la chicca finale che come avevamo anticipato si sarebbe palesata oggi: il nostro nuovo, bellissimo completo superfantastico che ha fatto grande successo agli occhi di tutti! A breve una fotogallery, ringraziamo la modella per un giorno Sara Bonsignore!

A brevissimo anche info e dettagli per sapere come fare ad avere anche voi questo splendido gadget!

 

giovedì 11 aprile 2013

III "GF dei Monti Pisani"

Il sole che illuminava le Cerbaie lasciava presagire una giornata limpida, ma le nubi sui monti che non fanno veder Pisa ai lucchesi incutevano qualche piccola preoccupazione, fortunatamente svanita in mattinata.

Ma gli oltre 300 partenti della III GF dei Monti Pisani organizzata dall'MDA Bike a Metato (Pi) non devono aver sentito storie: una domenica primaverile finalmente asciutta doveva essere... "bagnata" con una bella pedalata in allegria.

Come già detto boom con oltre 300 partenti: ennesimo segnale che con costanza e passione il cicloturismo sta prendendo piede anche in una regiona "corsaiola" come la toscana. Avanti così!

Il percorso, con una prima parte in lucchesia ed una seconda ai piedi del monte Pisano, ha lasciato qualche perplessità per la complessa circumnavigazione della città muraria, sebbene il tratto del compitese rimanga sempre uno dei più apprezzati dal gruppo.

Per i molti che, ancora incerti, si erano vestiti con indumenti post-invernali, il sole squarcia-nubi delle 11 dev'esser stato poco gradito, spuntato fuori proprio quando i più approcciavano le prime rampe di un serra da Buti finalmente rovente.

E tra le facce stravolte di chi, un po' indietro di condizione a causa del maltempo dei mesi scorsi o del poco allenamento, saliva il monte con molta fatica e poca grazia, il carrozzone a due ruote che ha colorato le strade della zona si è progressivamente riportato all'arrivo gustando il pasta party organizzato come al solito al laghetto "Ponte d'Oro".

Fa piacere descrivere come si respiri sempre più un'aria allegra e di festa ogni qual volta terminano queste manifestazioni, con ciclisti di ogni razza (pisani, fiorentini, lucchesi, livornesi, cominciano ad apparire anche appassionati da fuori regione) a chiacchierare allegramente sullla mattinata appena trascorsa.

Prossimo appuntamento del lungo calendario del Memorial Rota il 25 aprile prossimo a Guamo (Lu), con la prima edizione della GF della Liberazione organizzata dalla new entry Veloline Lucca. Percorsi di 60 e 100 km: il primo una sorta di giro del monte pisano in senso inverso a quello di stamane senza asperità, il secondo allungherà ed avrà il proprio momento clou sulle colline delle nostre cerbaie, con le ascese a Santa Maria a Monte e Montefalconi prima del ritorno a Guamo valicando Montecarlo.
Ricordiamo che questa prova sarà valida per: Criterium Mari e Monti (percorso lungo), Campionato privinciale Pisano di cicloturismo, classifica il Garibaldino e Lui&Lei.

A presto!

martedì 9 aprile 2013

Patrocinio della Provincia di Pisa

Con grande piacere comunichiamo che il Giro delle Cerbaie 2013 sarà patrocinato dalla Provincia di Pisa. Un riconoscimento importante per la nostra gran fondo, che speriamo di onorare nel migliore dei modi, portandovi per le strade più belle e sconosciute della provincia, a caccia di muri e strade bianche!

venerdì 22 marzo 2013

Nuova challenge per tutti i ciclisti!

Noi dei comitato organizzatore di Giro delle Cerbaie e Gamballaria non ce ne stiamo di certo con le mani in mano... ed abbiamo quindi deciso di regalarvi un nuovo concorso per premiare i ciclisti più capaci e smanettoni!

Si tratta di una challenge basata sul programma Strava, applicazione con relativo sito molto conosciuta dai cicloamatori. Per tutte le info vi rimandiamo alla pagina che abbiamo preparato appositamente per questo evento.

Iscrivetevi numerosi e divertitevi con noi!

lunedì 18 marzo 2013

Parte la stagione 2013: Prologo a squadre di Livorno

Con la prova livornese per società ha avuto il via questa mattina il XIII Memorial Rota.
Alla partenza il meteo ha graziato i molti ciclisti presenti, che come da regolamento sono partiti a squadre cadenzate da 1' di distacco.
Molto folto il gruppo del Lonzi Metalli (ex AAmPS) Livorno, che ha avuto l'onore di dare il via all'edizione 2013, seguito rapidamente dal gruppo femminile del Pappiana Bike e dalla Polisportiva Omega, a rappresentare idealmente il podio finale dell'anno precedente.

Il percorso, che si snodava attorno alla collina di Parrana San Martino, non era molto duro; il vento però ha messo un po' in difficoltà tutti i presenti, che hanno sofferto sufficientemente i vari saliscendi proposti dagli organizzatori, bravi anche ad aver avuto cura dei presenti con un ristoro liquido a metà ascesa.

Di grandissimo impatto scenografico il lungo serpentone impegnato a salire i tornanti della chiesa di Parrana, quindi approvata in pieno l'idea delle partenze ravvicinate: hanno mischiato le liturgie dei gruppi societari riuscendo anche ad avvicinare i ciclisti delle varie società, chi impegnato nella triplice ascesa, chi nella duplice e chi solo per un breve passaggio.

A fine manifestazione, sponsorizzata dall'autolavaggio "Del Corso Service" di Livorno, per i partecipanti un veloce ristoro finale con frutta fresca e pane e olio, prima di rincasare per evitare i primi scrosci d'acqua.

Prossimo appuntamento il 7 aprile a Madonna dell'acqua (PI): percorsi rinnovati nella prima parte con Piazzano e Piccolo Mortirolo ad impegnare i ciclisti, prima della classica ascesa finale al monte Serra dal versante di Buti.

A breve foto, classifiche di presenza e volantino della prossima manifestazione.
Stay tuned!

domenica 10 febbraio 2013

"dot com"

Si, è esatto.
Da oggi siamo www.girodellecerbaie.com!

Ulteriori novità: la pagina in lingua inglese e l'elenco delle collaborazione per l'edizione 2013.
Restate in attesa delle prossime novità, a breve avrete ulteriori sorprese!

mercoledì 23 gennaio 2013

Grafica: collaborazione con Luca Bellisario

Mancano 9 mesi esatti... sarà un bel parto? E siccome anche l'occhio vuole la sua parte, da quest'anno per la grafica ci affideremo a Luca Bellisario. A breve novità "stilosissime"... ;-)
Noi ve lo consigliamo!


Per vedere alcuni suoi lavori, visitate il suo sito! 
www.lucabellisario.it 

sabato 19 gennaio 2013

Da qui in avanti, inizieremo gradualmente a mettervi al corrente di quello che vi stiamo preparando...
Per cominciare, vi presentiamo l'Ecoistituto Delle Cerbaie, con il quale da quest'anno collaboreremo! Perchè oltre a chi pedala, pensiamo anche a chi viene con la famiglia... a suo tempo vi diremo tutto. :)

Cogliamo l'occasione per promuovere "Il Calendario dei fiori 2013", una serie di passeggiate alla scoperta degli angoli più belli e più sorprendenti delle Cerbaie. Ecco la brochure!