giovedì 11 aprile 2013

III "GF dei Monti Pisani"

Il sole che illuminava le Cerbaie lasciava presagire una giornata limpida, ma le nubi sui monti che non fanno veder Pisa ai lucchesi incutevano qualche piccola preoccupazione, fortunatamente svanita in mattinata.

Ma gli oltre 300 partenti della III GF dei Monti Pisani organizzata dall'MDA Bike a Metato (Pi) non devono aver sentito storie: una domenica primaverile finalmente asciutta doveva essere... "bagnata" con una bella pedalata in allegria.

Come già detto boom con oltre 300 partenti: ennesimo segnale che con costanza e passione il cicloturismo sta prendendo piede anche in una regiona "corsaiola" come la toscana. Avanti così!

Il percorso, con una prima parte in lucchesia ed una seconda ai piedi del monte Pisano, ha lasciato qualche perplessità per la complessa circumnavigazione della città muraria, sebbene il tratto del compitese rimanga sempre uno dei più apprezzati dal gruppo.

Per i molti che, ancora incerti, si erano vestiti con indumenti post-invernali, il sole squarcia-nubi delle 11 dev'esser stato poco gradito, spuntato fuori proprio quando i più approcciavano le prime rampe di un serra da Buti finalmente rovente.

E tra le facce stravolte di chi, un po' indietro di condizione a causa del maltempo dei mesi scorsi o del poco allenamento, saliva il monte con molta fatica e poca grazia, il carrozzone a due ruote che ha colorato le strade della zona si è progressivamente riportato all'arrivo gustando il pasta party organizzato come al solito al laghetto "Ponte d'Oro".

Fa piacere descrivere come si respiri sempre più un'aria allegra e di festa ogni qual volta terminano queste manifestazioni, con ciclisti di ogni razza (pisani, fiorentini, lucchesi, livornesi, cominciano ad apparire anche appassionati da fuori regione) a chiacchierare allegramente sullla mattinata appena trascorsa.

Prossimo appuntamento del lungo calendario del Memorial Rota il 25 aprile prossimo a Guamo (Lu), con la prima edizione della GF della Liberazione organizzata dalla new entry Veloline Lucca. Percorsi di 60 e 100 km: il primo una sorta di giro del monte pisano in senso inverso a quello di stamane senza asperità, il secondo allungherà ed avrà il proprio momento clou sulle colline delle nostre cerbaie, con le ascese a Santa Maria a Monte e Montefalconi prima del ritorno a Guamo valicando Montecarlo.
Ricordiamo che questa prova sarà valida per: Criterium Mari e Monti (percorso lungo), Campionato privinciale Pisano di cicloturismo, classifica il Garibaldino e Lui&Lei.

A presto!

Nessun commento:

Posta un commento