lunedì 15 luglio 2013

Una tappa epica per pochi eletti!

Si è svolta ieri la seconda prova del nuovo circuito cicloturistico "Cieli e Terre Toscane", il temibile e famigerato "Tour de Suisse - Viaggio nella Svizzera Pesciatina!".

Pochi i partenti, solo 63, ma il 100% dei partecipanti ha ampiamente apprezzato la volontà dell'organizzazione, i percorsi ombrosi e panoramici tra le montagne pistoiesi, i ristori abbondanti e ben forniti di ogni cibaria e bevanda, la compagnia delle ragazze dei ristori e l'accoglienza riservata dal ristorante "Quelli del Dallas" che ha offerto un pranzo molto buono ad un prezzo irrisorio.

Prima i ringraziamenti ai presenti: siamo molto felici che siate venuti a trovarci, che abbiate partecipato con passione e dei complimenti che ci avete fatto. Qualcuno diceva che facendo manifestazioni così si va in perdita: sappiate che la soddisfazione di chi c'era è il miglior compenso per i nostri sforzi!

Poi i freddi numeri! tappa dura questa, conquistata ex aequo da due società: il Forum Racing Team e l'ASD Paperino, che salgono in classifica vicino al podio. Podio occupato da CRAL Contintental e Zapier assenti, ma al terzo posto si avvicina la società MDA, con 8 partecipanti (record di presenza) sul corto.
Salgono anche Arca 2011 e Omega, e si affacciano in classifica Cicli Maggi e Cicli GM, rispettivamente di Forte dei Marmi e Ponte Buggianese.

Ventisette i maschietti che rimangono in testa alla classifica individuale, mentre tra le femminucce il panorama per le prime 4 sembra già delineato.
Le classifiche le trovate aggiornate nella pagina del sito dedicata al circuito, se avete lamentele o richieste la nostra email è la solita: girodellecerbaie@gmail.com !
Le foto invece arriveranno in terda serata, pazientate ancora qualche ora :)

Due parole sul percorso, tanto per far ingelosire chi non c'era!
Partenza da Marginone, ma dopo pochi km di riscaldamento i viali di Pescia in lieve pendenza preparano il campo alla lunga (16 km!) prima ascesa: il passo Serina. I passaggi boschivi sotto le castella di Pescia (Pietrabuona, Medicina, Fibbialla, Aramo) e l'arrivo a San Quirico, fine del tratto più impegnativo. Poi leggera risalita sfiorando Castelvecchio, per poi attraversare Stiappa e Pontito, paesi quasi fantasma a pochi km dalla vetta.
Le sorgenti della Pescia anticipano il GPM, e la brutta ma breve discesa verso Lanciole è solo una mera illusione di riposo.
Superato l'abitato, si risale attraverso Crespole, per gli ultimi 8 km verso Macchia Antonini, "cima Coppi" del percorso con i suoi 1010 mt slm. Come sempre nelle domeniche estive, il pubblico è molto per la presenza di mercatini e zome ombrose ottime per i pic nic, ma per i partecipanti era poco dopo il momento del ristoro.
Al bivio corto-lungo infatti tavole imbandite di cibo e bibite accoglievano tutti, e si curavano di non servire i tantissimi ciclisti di passaggio non muniti di davantino e foglio di viaggio.
Per i cortisti, lunga discesa attraverso Goraiolo e Vellano per far ritorno da Pescia all'arrivo.
Per i lunghisti invece falsopiano verso Prunetta e poi discesa su Piteglio, per affrontare "la piccola morte": Casa di Monte. 3 km molto duri, in un bosco fittissimo ma su strada ampia e psicologicamente difficile da affrontare, per poi ritornare verso Calamecca, ennesimo borgo spettacolare immerso nei boschi.
Discesa breve, e risalita meno difficile ma comunque impegnativa verso Femminamorta e Casore del Monte, ubicazione del secondo ristoro.
Questa volta era il cocomero a farla da padrone, con gli addetti impegnati a servire gli oltre 40 passanti ed informarli della seguente discesa (stretta e in alcuni tratti tortuosa) e dell'ultima salita, lunga e durissima: Avaglio.
Voci di corridoio narrano di cotte epocali, di situazioni da ciclismo eroico con partecipanti a gettarsi nella boscaglia o in fontanelle con piedi e testa, per evitare la calura dell'ultimo GPM. Ma alla fine tutti conquisteranno la vetta assassina.
Da Panicagliora, sbocco della strada successiva ad Avaglio, anche per i lunghisti tutta discesa fino a Pescia e poi ultimi km soffocanti verso l'arrivo, con lo strappo di San Salvatore a rosolare a puntino la cottura dei ciclisti.

Poi tutti a tavola! Insalatona e pasta al sugo per tutti, con contorno di torta e frutta, per togliere la sete e rinfrancare corpo e spirito con chiacchiere sull'impresa appena effettuata!

Ancora grazie a tutti, e se vorrete ci vediamo a settembre: promettiamo una manifestazione molto migliore di questa :)

mercoledì 3 luglio 2013

La stagione estiva...

... riempie le giornate di impegni, che sovrapposti al lavoro "ordinario" non lasciano il tempo di respirare!

Nell'attesa del nostro "Tour de Suisse", il prossimo 14 luglio a Marginone (LU), nell'ultima decade di giugno si sono alternate molte manifestazioni.
Il 23 la GF Alto Appennino di Pistoia, con madrina la celebre ciclista Edita Pucinskaite (trionfi a giro e tour per la lituana) è stata una bella promozione per il cicloturismo, con i partecipanti entusiasti di percorsi e organizzazione.
Buon lavoro anche quello della società Revello di Livorno per il raduno provinciale del 30 giugno scorso, condito da oltre 220 partenti impegnati sui saliscendi delle province di Livorno e Pisa.

A Follonica invece, quello stesso giorno,si svolgeva la GF della Maremma organizzata dal Pedale Follonichese in ricordo di Maurizio Stella, morto un'anno fa nella tragedia dell'alluvione nel grossetano.
Non abbiamo riscontri ma speriamo che tutto si sia svolto per il meglio e per onorare il ricordo del nostro amico pedalatore ed organizzatore.

I prossimi appuntamenti sono la GF della Repubblica Marinara Pisana, il 7 luglio dalle 7 del mattino a Pisa zona Portammare, ed il 14 luglio con la nostra bella novità.