martedì 13 maggio 2014

Giro delle Cerbaie 2014: fra Genio e follia!

Il Genio è Leonardo.
La follia è tutta nostra.

Queste due parole alzano il sipario sulla edizione 2014 del Giro delle Cerbaie, capitolo finale del Campionato Toscano di Cicloturismo e del Memorial Rota.
A chi pensava che con l’edizione passata, un successo di critica e partecipazione, avessimo finito le cartucce, diciamo che la nostra immaginazione è addirittura ben più grande della tantissima passione che ci muove ogni giorno.

Cinquecento anni or sono veniva completato il ritratto più famoso sulla faccia della terra: la Gioconda.
Vogliamo celebrare un vanto della Toscana e dell’Italia nel mondo con un passaggio dai luoghi natii di Leonardo da Vinci, il “nostro” Genio.

Uno splendido spot per la Toscana, per le sue mille risorse e per il suo ineguagliabile fascino: antichi borghi, boschi ombrosi e selvaggi, importanti aree umide e poli industriali d’eccellenza, colline ricolme di viti ed oliveti, ampi panorami e paesaggi di tempi andati.

Amore.

Amore per la bici, amore per la propria terra. Abbiamo e trasmettiamo passione, e con le nostre “folli” idee vogliamo scardinare princìpi antichi e ormai desueti. Il San Baronto è lo scenario ideale e aggiungiamo necessario per questo passaggio: la terra del ciclismo, la collina del ciclismo, il santo patrono dei ciclisti, per il più ampio divertimento di tutti i nostri amici ciclisti.
Per una giornata l’agonismo lasciatelo da parte: è tempo di godere delle meraviglie del nostro mondo e delle coccole del Giro delle Cerbaie!





Giro delle Cerbaie 2014: fra Genio e follia!
21 settembre, Staffoli, Pisa
“Fatica? Si, grazie!”

Nessun commento:

Posta un commento