martedì 6 maggio 2014

Gran Fondo Croce Rossa di Lucca: esordio convincente!

Partire e dopo pochi chilometri trovare già le prime rampe che svegliano le gambe è una di quelle cose che nelle cicloturistiche apprezzo molto. Si spezzano i grupponi e il fiato, e poi si comincia a salire per andare a prendersi qualche panorama. E così, alla Gran Fondo Croce Rossa di Lucca, è stato. Chi vi scrive ha pedalato sul percorso lungo, e questo vi racconterà.

Poco spazio alla pianura in partenza, e dopo pochi minuti di pedalata era già la volta di affrontare le tranquille pendenze di Pieve Santo Stefano. Poi discesa e la salitella di Arsina. Le strade sono strette, l'ambiente intorno intervalla boschi e splendide ville. Trovare una macchina significa stringersi a bordo strada. Ma ovviamente preferiamo questo al traffico di una statale.

Infatti una volta sceso il Piccolo Mortirolo, la strada per andare a imboccare la salita di Corsagna ci è sembrata una bolgia fra due piccoli paradisi. Anche la terza salita di giornata, infatti, aveva in serbo per noi boschi e un silenzio che solo le montagne sanno regalare. Lo scolletto è anticipato da profumi intensi di braciate della domenica. Ma non sono gli abitanti di Corsagna, bensì i volontari della Croce Rossa intenti ad arrostire salsicce e rosticciane per noi. Un ristoro clamorosamente affollato e imbandito!

Poi fresca discesa, breve strada di fondovalle, ed è la volta della selvaggia salita di Gromignana. Da sottolineare il bel passaggio all'interno del Castello di Ghivizzano. Questo è il cicloturismo che a noi piace. Ma tornando alla salita, il profumo intenso dei boschi a primavera e le altrettanto intense pendenze costringono ognuno a fare i conti con se stesso. Si scollina, breve discesa, e si risale fino a Coreglia. Deja vu: un tuffo indietro di qualche anno, sono le strade della effimera gran Fondo del Diavolo!

Altro ristoro, foto, e in marcia di nuovo. Il più è fatto, e davanti a noi solo pianura e la breve salita di Mammoli. Eccoci quindi di nuovo a Lucca, in zona palazzetto, dove possiamo apprezzare a tutto tondo quanto fatto dalla Croce Rossa di Lucca.

Un esordio con il botto per loro, che alla prima volta da organizzatori riescono a sfondare il muro delle 400 presenze: oltre 430 partenti. Ma non è tutto qui. La manifestazione è stata ottima sotto tutti i punti di vista. Bei percorsi (non difficili ma molto ben calibrati paesaggisticamente), ricchi ristori, buon pacco gara, saziante pasta party e gradevole location. Possiamo solo fare i nostri complimenti a questa neonata manifestazione, che ha avuto il grande merito di essere riuscita a portare sotto l'arco di partenza molte squadre che di solito si muovono soltanto per il numero sulla schiena. Merito ancora più grande però, è fare tutto questo per beneficenza.

Chiudiamo guardando avanti. Domenica prossima, 11 Maggio, si pedala a Marciana di Cascina con la Gran Fondo Ti Lascio un Sorriso. Alla prossima!

Nessun commento:

Posta un commento